• it
Guida Alpina - professionisti dell'alta quota

All posts tagged climbing

Arco 2.17

… ed onestamente non mi spiacerebbe anche farci stare una 3.17!! Dopo aver riscoperto questa zona in cui non scalavo da tempo adesso mi è montata l’ingordigia di ripetizione di vie belle! Quale occasione migliore di un ponte?
Giovedì siamo partiti per tempo da casa ed abbiamo scalato alla parete S. Paolo dove abbiamo ripetuto Spidermen (6c+ max, 6b obl), perfetta per il primo giorno. 200m di calcare ineccepibile con un aereo tiro d’uscita su roccia rossa che da solo vale la via!
Venerdì, visto che la giornata aveva le caratteristiche tardo estive abbiamo optato per la lunga Soleado (7b+max, 6b obl), dopo un primo tiro e mezzo mediocri i restanti 12 e mezzo sono da favola. Tanti passi di 6c, un traverso espostissimo di 7a ed un paio di muri più cattivi!
Sabato io avrei nicchiato un po’ ma per fortuna è balzata l’idea di ripeter Mescalito (7a max, 6b obl) storico itinerario della Rupe Secca. La giornata era grigia , il primo tiro parecchio unto mi ha fatto pensare che non ci saremmo divertiti troppo, poi sui tiri seguenti invece è salito l’entusiasmo. Che linea!!

Ric 2,3 ,4 Nov. 2017

GRAND CAPUCIN E ALTRE ARRAMPICATE

In questo luglio dal clima caldo e secco e con le montagne in modalità tardo “agostiane” non ci resta che arrampicare! Via degli Svizzeri + O sole mio al Grand Capucin (soste ottime rimesse a posto dall’instancabile Guida Alpina Francesco Civra Dano e poi due chicche aperte dalla Guida Alpina di Chamonix François Pallandre al Brévent: Prémier de corvée (7a-6c-6c-6c+) e Ex-libris (6a+-6b-6b-6°-5+), due vie interamente da proteggere con un’arrampicata meravigliosa ed esigente (in realtà su prémier de corvée qualche spit c’è). Merita farci un giro!
A presto, Rouge.

Aiguille du Moine – Sale Athée

Finalmente sono riuscito ad andare a fare Sale Athée e per di più in compagnia di Angelo, che negli anni è diventato non solo un ottimo amico ma anche uno dei miei migliori compagni di cordata.
Sale Athée è a mio avviso la più bella via di fessura del Monte Bianco su livello 6C; entusiasmanti ed atletiche fessure di dita e mano si susseguono per 350 metri.
Come logistica consiglio di andare a bivaccare su un “rognon” (evidente), a circa 1 ora dall’attacco della via su di un perfetto balcone sospeso; prato in piano, vista spettacolare sulla Mer de Glace e acqua a 2 minuti!
Per la via occorrone 2 corde da 50 minimo, 1 serie di friends fino al 3BD (il 3 non fondamentale) raddoppiando lo 0.5, 0.75, 1, 2. Non servono i nuts. Al penultimo tiro, prendere il fessurino a dita a sx della sosta e non il fessurone sopra la sosta, spesso umido e meno interessante.

Buone “ragliate” a tutti!

Rouge.

Positano climbing

Chiamato per un Corso di addestramento sui DPI anticaduta di terza categoria nella zona di Napoli, ho colto la palla al balzo per fermarmi a visitare Napoli, la Costiera Amalfitana e le bellissime falesie di Positano.

Dopo una notte di festa a Napoli, sabato mattina mi ha raggiunto da Cervinia il collega Patrick con il quale ho condiviso tre giorni di arrampicata; il nostro punto di appoggio è stata l’associazione “la Selva”, gestita da Cristiano e famiglia…grande scelta di vita la loro! A farci da Cicerone uno dei chiodatori doc della zona, quell’Adriano Trombetta che oramai passa più tempo giù che su tra i Monti!

Abbiamo visitato tre bellissime falesia con dei tiri davvero bellissimi; il potenziale per aprire vie estreme è enorme ma purtroppo ci si scontra con una realtà che ha fatto del turismo “modaiolo” e prettamente marittimo (sicuramente più redditizio…) il suo caposaldo….in ogni caso….gran bel posto!!! A presto!

Rouge