Niente! Quest’anno la meteo non ci ha permesso di andare sulla cresta O in Salbit, allora con Luigi abbiamo guardato dove le percentuali di pioggia fossero più basse e giovedì sera siam partiti alla volta dei Briancon.

Il venerdì mattina, in barba ad ogni previsione, i temporali continuavano a girare. Siamo arrivati a Fressinieres sotto l’acqua e abbiamo deciso lo stesso di andar a vedere se ci fosse qualche strapiombetto asciutto. Dopo poco son comparse le prime schiarite e senza farcelo dire due volte abbiamo attaccato prima Momo Mick e poi Fressinoque. Questa seconda è molto particolare e sale i 150m verticalissimi del primo pilastro passando per dei rossi e dei grigi!

Il giorno seguente ancora temporali annunciati nel pomeriggio. Siamo stati ad Ailefroide per cambiar tipo di roccia dove abbiamo ripetuto Marche au supplice 400m 6c max. Bella, un tiro un po’ erboso ma per il resto assolutamente piacevole. Discesa per le cenge finali della traversee du Pelvoux.

Domenica era il top day e ci siamo diretti in zona con avvicinamento più consistente e, visto lo zero termico a 4200m, anche elevata in quota. Quanto freddo!!! Alle 9.45 eravamo ai piedi della face S della Tete Colombe ancora in ombra ed il Maestrale aveva già cominciato a soffiare. Non è bastato il sole a render gradevole la scalata, una lotta fino in vetta! Abbiamo ripetuto Du Cote de chez Tron, una via di recente apertura che corre a sx della nota Bal de boucas, 350m ottimamente chiodati con quattro lunghezze memorabili per la qualità della roccia. Nel complesso una bella via in posto ameno!

Ric 21/23 lug.