• it
Guida Alpina - professionisti dell'alta quota

Archive for aprile, 2018

Argentiere: la Vierge

Questo week end era veramente impossibile sbagliare perchè le condizioni son state favorevoli per qualsiasi attività di montagna! Io ho optato per l’inizio della stagione arrampicatoria in quota essendo anni che volevo andare a scalare sulla Vierge evitando le grandi camminate estive! L’innevamento ottimo e le temperature alte si sono rivelate un connubio vincente per una scalata no stress in Argentiere. Addirittura abbiamo ritenuto più confortevole tornare a dormire a Chamonix piuttosto che pernottare in rifugio vista la rapidità di accesso e rientro.

Il primo giorno abbiamo ripetuto “Une Saison En Enfer”, ED+ 200m 7a max 6b+ obl. una bellissima linea firmata M. Piola 1990, oggetto di richiodatura la scorsa stagione. Per una ripetizione consigliate due serie fino al #2 C4.

Il giorno successivo siamo saliti verso il Minaret che poi è risultato preso d’assalto e siamo rientrati sulle aig. du Refuge dove abbiamo salito la Bettembourg de droite. Una linea di diedri e fessure che sale centalmente la parete con qualche piccola variante sui tiri per aggiunger un po’ di sapore alla salita.

Ric 21-22 Aprile 2018

Scialpinismo in Norvegia – Lyngen

Negli ultimi 10/15 anni la penisola di Lyngen, a circa 150 Km da Tromso, nel nord della Norvegia, è diventata una meta sempre più frequentata dagli amanti dello scialpinismo e della Natura. I motivi di questo successo sono da ricercarsi nella bellezza paradisiaca del luogo, nella qualità della neve, quasi sempre polverosa o comunque morbida, nei pendii uniformi e costanti, nella grande varietà di gite possibili e sicuramente nei panorami mozzafiato che uniscono vere e proprie Montagne Alpine ricoperte di neve e ghiacci al blu intenso del mare. Inoltre, se sarete fortunati come noi, potrete ammirare l’incredibile aurora boreale!

Arriviamo la sera con il nostro furgone a Lyngen (in realtà noi eravamo poco distanti, a Loksvoll) e il giorno dopo saliamo il Gillavarri, 1163mt; la neve è talmente bella che, una volta in fondo, decidiamo di risalire per circa 400mt. Un inizio migliore non si poteva immaginare! Seguono 3 giorni di tempo incerto tendente al bruttino ma con una visibilità più che accettabile durante i quali siamo riusciti a salire sullo Storgalten, 1219mt, tutto a Nord della penisola di Lyngen, lo Storhaugen, 1142mt, e infine una Montagna di circa 1200mt che abbiamo battezzato “Cima des Meilleurs” all’interno del Kajfiord. Gli ultimi due giorni ci hanno invece regalato due splendide giornate, con cielo blu, aria tersa a gran visibilità e cosi’ abbiamo salito la gran classica di Lyngen, il Fastdalstinden, 1275mt, ed infine, sull’isola di Uloya, il Kjelvagtinden in traversata, 1104mt.

Un grandissimo ringraziamento va alla super Guida Alberto Bolognesi, a Fabio Beozzi e a tutta l’équipe di persone che ci hanno dato fiducia a che hanno reso questo soggiorno indimenticabile!

A’ la prochaine!

Rouge.

Punta Dufour

E’ stata una due giorni intensa con partenza da Cervinia a mezzo impianti sino a Plateau, successivamente risalita al col del Breithorn per poi raggiungere la Porta Nera e scender direzione Monte Rosa Hutte. A seguire punta Dufour e rientro su Zermatt per prender gli impianti e tornare a Cervinia.
Due giornate da cartolina per clima e paesaggi!
Le condizioni delle creste sono complesse perchè il molto verglassate. Tanta gente in partenza dai rifugi, poca a raggiunger le cime.
Nel complesso: INEBRIANTE!! :-)))))

Ric 17-18 Aprile 2018