Questo week end per sfuggire alle folle, io ed il capitan Navarro, appositamente sceso dalla navicella spaziale, abbiamo deciso di camminare un po’ di più e dirigerci su due vie non proprio ultra percorse.

Sabato mattina abbiamo intrapreso la salita verso il Boccalatte alle 10.30 sotto un sole che tirava cazzotti ben assestati.  Una volta giunti al rifugio, breve pausa, una birretta per reintegrare i sali e siamo andati a vedere una via aperta da E. Bonfanti alla Bouteille:  Cuvée  18° anniversaire.  4 lunghezze di corda con discesa in doppia, giusto quel che ci serviva per riempire il pomeriggio.  La roccia è ottima, il secondo tiro particolarmente bello.  Una serie fino al #2 Camalot è più che sufficiente per integrare.

Domenica la nostra idea sarebbe stata quella di ripetere Horizon Vertical alla punta Massimo ma le colate d’acqua presenti sulla parte bassa dell’itinerario ci han fatti desistere già sull’avvicinamento, una volta fatto demi tour abbiamo ripiegato sulla recente nata “lezioni di piano”, via aperta da M. Ogliengo.

Una bella voragine separava  la neve dalla roccia, “terminale da negoziare” come ha scritto l’apritore. La via ha una chiodatura abbastanza distanziata e diversi passi obbligati sul grado, il quarto tiro ha un passaggio in alto che si aggira sul 6c in libera ma è facilmente azzerabile, consigliato sfalsare bene le corde ed allungare le protezioni visto il percorso ad S.  Consigliata una serie di friends fino al #2 inclusi i C3 e 10 rinvii.  Discesa in corda doppia.

La via è meritevole di ripetizione.  Relazione al seguente link: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1665482333593012&set=pcb.1665482650259647&type=3&theater

Ric    4-5 Lug. 2020

Cuvée L2
Cuvée
tornando al Boccalatte, dietro la Bouteille
Tour des Jorasses, sul primo contrafforte Lezioni di Piano