• it
Guida Alpina - professionisti dell'alta quota

All posts tagged sci alpinismo

Sci alpinismo a Lyngen (NORVEGIA)

La guida alpina Roberto Rossi propone questo viaggio nella zona più settentrionale della Norvegia (Tromso) oltre il circolo polare artico. Itinerari di sci alpinismo, paesaggi mozzafiato sulle cime innevate, fiordi, ghiacciai dal caratteristico blu intenso.

Un cottage dotato di tutti i comfort sarà il punto di partenza delle nostre salite sulle cime che costituiscono la spina dorsale della penisola di Lyngen (Lyngen Alps).

Ogni sera sarà un’occasione per ammirare la mitica aurora boreale, passeggiando in riva al mare oppure per chi ancora avesse voglia di infilarsi gli sci dopo la gita del giorno, verrà accompagnato in una notturna da ricordare.

Quando: 18 – 25 Febbraio 2016

Viaggio di gruppo: max 6

Per ulteriori dettagli e informazioni, è possibile scaricare la brochure e/o contattare la guida

logo-guide-2

 

Roberto Rossi

 

scarica la brochure

Galehorn

Abbiamo deciso di spostarci dalle nostre zone in direzione del passo del Sempione alla ricerca di quantitativi di neve più consistenti e le aspettative non sono state deluse: Galehorn! Dopo una discreta fatica a tracciare tutto l’itinerario ci siamo però regalati una gran sciata su pendii non ancora lavorati dal vento.

Le condizioni muteranno moltissimo in questi giorni!

Tour Ronde discesa della Brenva

Con Martino oggi siamo saliti in vetta alla Tour Ronde dalla via normale per poi ridiscendere sul lato Brenva. Giornata ventosa in primo mattino, poi caldissima!

Condizioni molto buone dell’itinerario al momento, seppur la neve sia gelata in partenza e sotto la Noire. Caduta proibita!

L’attraversamento del ghiacciaio si fa senza problema, al momento, l’innevamento è ottimo fino al tunnel!

Cima Seur Canale N

La Seur è una di quelle montagne minori, da molti non conosciuta, che però regala agli amanti dello sci discese interessanti su tutti i suoi versanti! Ieri siamo partiti da Pian del Colle, poco oltre Bardonecchia ed abbiamo salito la gorgia del Rio Melezet passando sotto il canale della grotta (non meritevole in questo momento) per raggiungere la vetta della Seur, risalendo quello che viene chiamato canale nord ad Y, ramo di sinistra.

Su un fondo duro, 20-30cm di polvere ci hanno regalato una sciata eccezionale. Il meteo si è mantenuto abbastanza buono per tutta la giornata regalando buona visibilità!

In discesa non conviene fare la parte bassa della gorgia ma tenersi decisamente a destra nei boschi dove i pendii sono più continui e meno incassati, ci si raccorda alla gorgia nella parte bassa per rientrare comodamente all’auto.

Ric

Porta Nera e Valle Perduta

Uscita speciale del gruppo SUCAI per una due giorni d’eccezione!

Partiamo il sabato con il pullman da Torino in direzione Cervinia per scendere sul lato svizzero in modo da prender gli impianti per arrivare al piccolo Cervino. Quando giungiamo in vetta l’orologio segna le 11.00, la temperatura è abbastanza alta ma il vento con raffiche a 100km/h non permette di percepirlo in maniera chiara! In ogni caso gli orari ci impongono un ritmo serrato per evitare di perder l’ultima risalita da Zermatt! Ci dirigiamo spediti alla Porta Nera e malgrado il match di box tra un partecipante ed un cavo in acciaio, vinto ovviamente dal cavo d’acciaio al primo round per KO, alle 12.30 cominciamo la nostra discesa! La neve è bella ma non idilliaca come avrebbe potuto essere per colpa di un vento martellante!

Alle 16.00 raggiungiamo di nuovo Plateau Rosà e comincia il relax, il nostro programma prevede infatti di trascorrer la nottata al rifugio delle guide, così si parte con i giri di birra!

La domenica mattina partiamo per tempo in direzione Cime Bianche per poi proseguire la discesa sul lato di Champoluc che raggiungiamo in prima apertura degli impianti! Per metà mattinata siamo a Gressoney e di lì risaliamo fino ad Indren, poi al Mantova per andare ad imboccare la Val Perduta! Una lunga discesa ci riporta in una Gressoney ancora baciata dal sole dove decidiamo di concluder la giornata crogiolandoci nel piacere di qualche panino ed ancora birra!

Il ritorno in pullman sarà in pieno stile SUCAI, ma questo sarebbe un racconto con dettagli sconcertanti e pertanto censurato da questo post! ;-)

Ric

Punta Palasina

Sulle Alpi Occidentali è un mese che nevica praticamente tutti i giorni e tira vento. E’ proprio per questo motivo che abbiamo optato per Punta Palasina in Val d’Ayas…una gita tranquilla che si svolge su dolci pendii fino a quota 2782. Neve buona polvere in cui si evidenziano parecchi strati a mio avviso non sempre ben consolidati; c’è infatti un grosso strato di “zucchero” che può dare grossi problemi sui pendii più ripidi. Temperature gradevoli al sole ma molto freddo all’ombra…Dalla cima si gode di un panorama grandioso su Cervino e Monte Rosa!

A presto, magari su ghiaccio!

Rouge.

Oberland sci alpinismo

Skialp per Roberto, Alberta, Sara e Jacqueline

Due giorni nel paradiso dei ghiacci: sci alpinismo nell’Oberland Bernese.

Le dimensioni Himalayane rendono questo posto davvero unico, con ghiacciai che si estendono per km e km; natura maestosa, paesaggi incredibili e panorami grandiosi hanno fatto da cornice a questa meravigliosa avventura.

Noi siamo saliti allo Jungfraujoch partendo da Grindelwand; poi Monchhutte, risaliti al Fieschersattel e poi in cima al Gross Fiescherhorn, mio sessantaduesimo “4000”, che presenta un ultimo tratto di misto con passaggi di 2°-3° grado; da qui giù verso la Finsteraarhornhutte su un ghiacciaio molto crepacciato… poi di nuovo su al colle Grunhornlucke e finalmente giù fino a raggiungere la Konkordia hutte per il meritato riposo…. il giorno dopo, mentre Sara e Jacqueline proseguivano verso l’Aletschorn, Alberta ed il sottoscritto risalivamo il Jungfraufirn fino a raggiungere lo Jungfraujoch e di qui, in trenino, Grindelwand.

Temperature caldissime e neve bruttina, a causa del forte vento che ha flagellato la regione nei giorni precedenti il nostro arrivo… speriamo di tornarci ma per un periodo un pò più lungo!

A presto,

Rouge.