• it
Guida Alpina - professionisti dell'alta quota

All posts tagged arrampicare

GRAND CAPUCIN E ALTRE ARRAMPICATE

In questo luglio dal clima caldo e secco e con le montagne in modalità tardo “agostiane” non ci resta che arrampicare! Via degli Svizzeri + O sole mio al Grand Capucin (soste ottime rimesse a posto dall’instancabile Guida Alpina Francesco Civra Dano e poi due chicche aperte dalla Guida Alpina di Chamonix François Pallandre al Brévent: Prémier de corvée (7a-6c-6c-6c+) e Ex-libris (6a+-6b-6b-6°-5+), due vie interamente da proteggere con un’arrampicata meravigliosa ed esigente (in realtà su prémier de corvée qualche spit c’è). Merita farci un giro!
A presto, Rouge.

Presles

Dopo l’estate brasiliana di mare e vento continua la sete di calcare! Questo fine settimana con Luigi siamo scappati in Vercors! Caldo e cielo blu, piedi sofferenti e scalata in pantaloncini, stile estivo! Presles, una barra calcarea con altezza variabile tra i 200 ed i 300m ed oltre 500 vie tracciate su uno sviluppo di qualche chilometro, un vero paradiso!

Venerdì, partiti da Torino verso le 5, abbiamo cominciato con Topomaniak (7a max-240m), grado stretto e bell’esposizione, roccia eccellente nel settore Crysanthemes.

Dopo una notte di recupero energie, con un sonno durato 11 ore, sabato ci siamo invece concessi: La momoire des absents (6c max – 280m), dopo un inizio sui rossi strapiombanti, grigi perfetti fino in cima!

La sera abbiamo preferito far ritorno su Bardonecchia, visto il maltempo annunciato e domenica abbiamo ancora strappato due viette al settore Croz del Rifugio in Valle Stretta: (B&B)MX e Mytica. La prima è molto meritevole, su roccia incredibilmente sana, la seconda per intenditori, diciamo così!!

A Presles sembra che i problemi di accesso che in passato si erano generati per l’attraversamento di terreni privati siano al momento superati. Non si riscontrano più furti nelle auto da un pezzo anche se conviene lasciare carichi ed oggetti di valore altrove.

Ric

Mallos de Riglos arrampicare in Spagna

5 gg di arrampicata per Lorenzo, Roberto e Sacha

Ogni volta che rientro da un “viaggio-arrampicatorio” abbastanza vicino a casa, mi rendo sempre più conto di quanto siamo fortunati a vivere in un posto del genere, dove comodità, facilità d’accesso e di spostamenti e qualità della vita sono ai massimi livelli; se poi il viaggio arriva dopo una spedizione in un paese del Terzo Mondo (Nepal-Tibet) allora questa sensazione è ancora più forte.

Con il vecchio Sacha e il giovane Lorenzo, siamo andati ai Mallos de Riglos, strapiombanti pareti di conglomerato site vicino a Huesca, Spagna (voli Ryan Air da Orio al Serio a Saragozza).

Abbiamo salito Zulu Demente e la Fiesta de los biceps alla Visera e Escoria Oriental al Pison.

L’arrampicata è davvero unica nel suo genere, anche se un po’ “ciapa e tira”; l’esposizione è costante e la parete bomba da paura! Alle vie abbiamo unito anche una rapida visita alle falesie di Extauri e di Rodellar.

Dove dormire e mangiare: Rifugio de Riglos (esibendo tessera CAI costa 24 Euro la mezza pensione, utile il sacco lenzuolo).

Matos: 16 rinvii, 1 corda da 60mt, 2 da 60 per le vie alla Visera.

A presto… sulla neve però….

Rouge.