• it
Guida Alpina - professionisti dell'alta quota

Archive for febbraio, 2013

Monte Bianco Argentiere

Piccola spedizione giornaliera in quel di Chamonix con Edo e Martino per salire al col d’Argentiere!

In verità poi, una variante ai programmi inventata sul posto ci ha fatto virare verso la Pointe Inf. des Amethystes di cui abbiamo salito e sceso la parete N. Un piccolo versante che raggiunge però pendenze fino a 55°, una bella palestra per lo sci ripido!!

Dopo la discesa, con un tempo in lieve costante peggioramento, ho approfittato della pazienza dei miei soci per aprire la vela da kite e giocare un po’! Ambiente mozzafiato, come sempre!!!

Ric

Dam du Lac + Chez Toine

Splendida due giorni in compagnia di Olivier, Marco e Jolly nella zona di Morzine a ripetere due perle rare: La Dame du Lac e Chez Toine!

Dopo una partenza ad orari inverosimili siamo arrivati a Morzine alle 8.30, una volta raggiunta la base della Dame abbiamo preso il biglietto per bloccare il nostro turno e finalmente alle 13 abbiamo potuto attaccare!

A Jolly il primo tiro, un free standing di oltre 30m nel vuoto protetto da uno strapiombo in ghiaccio grossi come non ne avevo mai visti per un totale di 60m di tiro! A me il secondo: altri 60m quasi interamente strapiombanti dall’apparenza più solida! Un vero viaggio!

Il giorno successivo, su consiglio di Arnaud, ci lanciamo su Chez Toine. Una splendida via di 8 tiri con alcune lunghezze di misto. M8/5+ Superlativo!!!

Ric

Sigaro + Entrelor

Due giorni di scialpinismo nelle magnifiche Valgrisenche e Val di Rhemes…poca gente e ottime condizioni! In questi stupendi posti si respira ancora un’aria pulita di Montagna!

Il Sigaro è una gita nella magnifica Valgrisenche; questa selvaggia valle offre molte belle gite, immersi in una natura selvaggia ed incontaminata. La neve è quasi sempre di ottima qualità, anche dopo parecchi giorni in cui non nevica. Circa 1200 mt di dislivello positivi che si svolgono lungo pendii mai troppo ripidi e perciò sicuri. Destra orografica della valle.

L’Entrelor è invece una “mazzata” da 1700 mt…stessa esposizione della precedente e quindi stessa eccezionale tipologia di neve!

Rischio valanghe 2, come da bollettino, neve polvere ottima.

A presto!
Rouge.

Jannus canali

Gran giornata di sci con Martino nel comprensorio del Monginevro dove, con l’aiuto delle pelli, ci siamo regalati qualche discesa fuori dalle rotte comuni!

I canali dello Jannus sono un piccolo gioiello accessibile con un po’ di sci alpinismo dalla cima degli impianti. Gli itinerari sono ripidi, gli ingressi sui 45° e numerose balze con passaggi obbligati lungo il percorso. L’esposizione a Nord pieno garantisce un’ottima qualità della neve per lunghi periodi!!

Ric

Arc de Cercle + Blow Job

Bella due giorni con Lino a Fressinieres! Domenica mattina siamo subito andati a cercare una sistemazione in gite per lasciare il materiale, vista la nuova moda 2013 di spaccare i vetri alle auto e raziare quanto lasciato nel baule! ATTENZIONE!! Sono prese di mira le valli di Fournel e Fressinieres! Domenica la gendarmerie ha girato tutto il giorno, in diversi parcheggi si vedono i vetri rotti a terra!!

Quando finalmente siamo arrivati sul campo abbiamo constatato il notevole affollamento! L’obbiettivo era Esmeralda, ma l’idea di dover tracciare interamente l’avvicinamento ci ha fatti desistere e siamo andati ad accodarci sull’ARC de CERCLE. In verità le masse erano imbottigliate sulla DIRECTE, dove abbiamo assistito a scene di roulette russa di arrampicatori sotto proiettili ghiacciati!! In un attimo di tregua sono riuscito a far un blitz sul primo tiro, che risulta comune e subito a spostarmi sotto l’altra colata, dove non abbiamo più incontrato intrusi!

Lunedi, sfollata la valle, abbiamo invece orientato le nostre mire su una delle linee difficili in condizioni quest’anno: BLOW JOB. Il nome non è particolarmente romantico ma la salita è invece molto appagante! La nostra scelta è stata quella di partir presto per esser i primi, così poco prima delle 8 attaccavo il primo tiro! Con 4 lunghezze da 60m si scalano i muri iniziali che diventano sempre più stretti, fino a diventare goulotte. Quindi si raggiunge la cengia da cui parte la lunghezza di misto che da accesso ai muri terminali. Noi abbiamo optato per il percorso originale del ‘91, seppur quest’anno siano state percorse altre varianti, che con un 15/20m di roccia riporta sul ghiaccio! Il tratto è protetto da 7 chiodi con alcuni tratti obbligati, delicata la traversata dall’ultimo chiodo a prendere il ghiaccio che risulta molto fine. Un’enorme lunghezza di 60m di 5+ con un gas notevole porta al termine delle difficoltà! Discesa in corda doppia con 6 lunghe calate. Non serve materiale da roccia! Viti corte superflue.

Ric

Toula e Vallée Blanche

Capita ogni tanto di aver la fortuna di incrociare i propri assi con alcuni Big dello Sci…Morten Aass è uno di questi….”Morten Aass è la figura Norvegese più importante per l’introduzione dello sci telemark in Italia. Arrivato nei primissimi anni 80 in Valle d’Aosta Morten incontra Giorgio Daidola che lo definisce semplicemente il migliore, un maestro nelle indimenticabili pagine di Pianeta Bianco.

Nel 1987 Morten Aaass è il protagonista del film di Stefano De Benedetti -The Time Machine – storia di uno sciatore venuto dal passato con i suoi vecchi sci di legno in mezzo agli sciatori dell’epoca moderna. Il messaggio è universale ognuno – scivola -con il mezzo che ritiene più opportuno e lo fa divertire. “

La fortuna è stata dalla nostra parte e abbiamo trovato ottima neve polvere, sia sul Toula che in Vallée Blanche, dove siamo scesi al calar della luce, in un’atmosfera a dir poco surreale!

Keep in touch!

Rouge.

Gressoney settore Jolanda

Ho scoperto quest’anno che a destra della nota cascata della Nicchia, anche conosciuta come Punta Jolanda, si apre ancora un mondo di ghiaccio con almeno una dozzina di linee salibili!

La prima a dx, salita quest’anno dai locals Margiotta e Frachey è stata chiamata Goullys ed abbiamo effettuato con Lino e Lorenzo la prima ripetizione qualche settimana addietro. Proseguendo verso destra ci sono numerosi altri settorini, i più interessanti sono quelli di Gressophobia. Così Lorenzo ha infatti battezzato la linea più interessante che somiglia un po’ ad Hydrophobia in Brunnital! Gressophobia era già sicuramente stata salita anni addietro ma non aveva ancora un nome che la identificasse! Il settore a desra di Gressophobia (nelle foto 2) è invece caratterizzato da 4 linee indipendenti. I puntini vedi sono soste a spit. La linea centrale, di cui non conosco il nome è piacevole ed interessante WI4.

A fine giornata ieri abbiamo ancora voluto salire una linea in estrema sinistra, molto probabilmente ancora vergine! Trattasi di un tiro di 35m quotabile sul WI5-M, divertente e ben proteggibile che abbiamo battezzato lo spillo di gressofobia!

Il settore è simpatico ed una giornata vola via allegramente! Discese con doppie su alberi, mancano i cordoni…

Legenda:

1a Spillo di gressofobia WI5M

1b Gressophobia WI5

2a ? WI 4

2b Muro di Oberteil WI 4+

2c Candela di Oberteil WI 4+

Ric

Opinioni di un Clown

Dopo due giornate di gelo assoluto, domenica con Lorenzo abbiamo optato per una soluzione al sole!

Opinioni di un clown a Gressoney è stata una scelta vincente! Al sole per tutta la mattinata, è ottimamente formata e la scalata risulta piacevole e ben proteggibile.

Dopo una breve pausa di rifocillamento, per chiudere la giornata ci siamo ancora concessi un rapido giro sulla candela di Senden.

Ric

Giornata glaciale a Fressinieres oggi!

Siamo partiti battaglieri per ingaggiarci su una linea aggressiva ma arrivati al parcheggio, al di là dello sgradevole -16° che rendeva il ghiaccio cristallino, abbiamo trovato una cordata che già si appropinquava ad attaccare la cascata! L’amaro in bocca è stato forte ma andare ad accodarsi sarebbe stata un’operazione suicida e così abbiamo deciso di andare a salire Les Visiteurs (5-140m) prima e Cousin Huber (5+/140m) dopo.

La salita è stata piacevole ma le condizioni del ghiaccio tutt’altro che plastiche! Per fortuna i passaggi precedenti ci hanno agevolato ed abbiamo dovuto batter pochi colpi!! Ora toccherà aspettare che le temperature risalgano prima di riprovarci!!!

Ric

Punta Leyssè

Bella salita strappata al maltempo in compagnia di Edo! Bella nel senso che la giornata è stata piacevole, le condizioni non son certo state delle migliori! A caratterizzare la giornata un vento fortissimo, che però noi abbiamo saputo sfruttare nel nostro biathlon sci-kite! Neve dura e spazzata dal vento, poca per di più!

Partiti alle 10.30 dalla vettura alle 12.30 siamo giunti in vetta con raffiche fino a 100 km/h, faticoso stare in piedi! La discesa dal triangolo sommitale è stata molto piacevole, poi da lì fino a valle abbiamo seguito una semi pista battuta da un gatto. Una volta rientrati a Vetan abbiamo aperto i kite e fatto un po’ di scuola visto che Edo non aveva mai preso una vela in mano, poi mi son permesso una piccola fuga…

Ric